Il carrozzone in manovra a fari spenti

prodi.jpeg Ci risiamo. Ogni volta che il carrozzone manovrato dal prode Prodi tenta di togliersi dalla palude in cui sta lentamente sprofondando, gli occupanti si agitano e strillano. Stanotte è stata la volta – non sarà la prima, non sarà l’ultima – della Finanziaria, con l’ennesimo “vertice chiarificatore” con quella che chiamano “sinistra radicale” e il resto dell’Alleanza titanica. Unico assente Mastella (l’Italia e gli italiani hanno passato una notte serena). Dilimberto e Rifondazione chiedono la revisione della Finanziaria e rilancia la solita “sfida tra noi e i poteri forti”. Padoa Schioppa – l’unico in quel governo a fare il mestiere per cui è stato chiamato e forse qualcuno, a destra e a sinistra, dovrebbe ammettere che il nostro bel Paese ha un bilancio da fallimento e il conto lo dobbiamo pagare – torna sotto scacco. Diliberto e gli altri leader forse dovrebbero capire che c’è un paese in stallo, grazie ad un governo (che io ho votato e) che in tre anni non ha fatto una legge perché in Senato non c’è una maggioranza. Questi dovrebbero capire che fuori c’è gente che non arriva a fine mese e che non ha soldi per pagare la casa. Questi non capiscono che al prossimo giro di giostra vinceranno “gli altri” e che il centro sinistra non governerà per anni. Questi non capiscono… e quindi via alla prossima manovra di un carrozzone a fari spenti nella notte…

Lascia un commento

Archiviato in Attualità, Casa, Centrosinistra, Economia, Finanziaria, Politica, Prodi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...