Birmania, il grido di un popolo

birmania-monaci.jpeg In Birmania, dal 1989 Myanmar, la speranza di libertà ha il volto dei monaci buddisti che in migliaia hanno sfidato il regime militare e sfilato per le vie delle città. La repressione è già iniziata e l’Onu è di fatto bloccato dai veti di Cina e Russia. Quali interessi possono soffocare il grido di libertà di un popolo? Nessuno.

1 Commento

Archiviato in Attualità, Mondo, Politica

Una risposta a “Birmania, il grido di un popolo

  1. Cari amici e sostenitori,

    Vi chiediamo di sostenere i monaci buddisti birmani che da giorni guidano una massiccia ondata di manifestazioni pacifiche contro la giunta militare repressiva in Birmania chiedendo la liberazione della signora Aung San Suu Kyi e di altri prigionieri politici.

    Le manifestazioni in Birmania si sono intensificate nonostante gli arresti e il timore di una reazione violenta da parte delle forze governative.

    Dobbiamo esprimere il nostro orrore di fronte all´uccisione di manifestanti pacifici, insistere affinché le forze di sicurezza rientrino alle loro baracche e chiedere il riconoscimento della legittimità delle richieste che vengono avanzate, un´assistenza medica internazionale per i feriti e il rilascio dei manifestanti arrestati ed altri prigionieri politici;

    Bisogna far pressione sul nostro governo affinche`il Consiglio dell´Unione europea si metta urgentemente in contatto con gli Stati Uniti, l´Associazione dei paesi del Sud-est asiatico (ASEAN) e altri membri della comunità internazionale al fine di preparare una serie coordinata di misure addizionali, comprese sanzioni economiche mirate, da adottare contro il regime birmano qualora faccia ricorso alla violenza e non reagisca alla richiesta di ripristinare la democrazia.

    Ma la cosa piu` importante e` continuare a sostenere la lotta del popolo birmano e non dimenticare le loro sofferenze con manifestazioni come la marcia della Pace di Perugia-Assisi.

    vestitevi di rosso o appendete un fazzoletto rosso sul balcone

    MI è APPENA ARRIVATO FALLO GIRARE

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...