Welfare, prossima uscita

welfareexit.jpg Ci risiamo. Il manovratore Prodi non fa in tempo ad annunciare giulivo la ritrovata coesione della coalizione sulla legge Finanziaria che già i progressisti viziati della coalizione fanno a cazzotti su un’altra questione importante, il welfare. A rompere gli indugi è il rivoluzionario in cachemire, Fausto Bertinotti, il quale sentenzia che “l’accordo sottoscritto a luglio sul welfare è una partita aperta”. Ottimo, gli fa eco Paolo Ferrero, ministro della Solidarietà sociale. Come dire che mesi di incontri e tavoli con sindacati, parti sociali e partiti della coalizione sono non contano nulla e sono solo un passaggio tecnico e che tutto è rinviato alla Camera e al Senato, dove il centrosinistra vive grazie ai bollettini medici del medico di famiglia della senatrice Rita Levi Montalcini. Per trasformare il classico temporale nell’ennesimo uragano del centro sinistra ci pensano Emma Bonino, ministro delle politiche comunitarie, e Lamberto Dini. “Se si tocca una virgola dell’accordo, non votiamo la manovra”, minacciano. Bene, bravi. Salutateci il comandante del Titanic.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Attualità, Centrosinistra, Governo, Politica, Prodi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...