Mutui casa, in salita per tutto il 2008

tassi-andamento.jpeg La previsione era facile, nonostante le smentite e le rassicurazioni delle istituzioni finanziarie e bancarie. Il costo del denaro rimarrà a livelli molto alti anche per il 2008. Dopo la bolla dei mutui subprime e le turbolenza dei mercati, il sistema bancario non si fida a prestare soldi a tassi convenienti, con la conseguenza che il costo del denaro cresce. La Banca centrale europea, nella sua riunione di domani, con ogni probabilità confermerà il costo del denaro al 4%. I mercati sono attraversati da una forte tensione a causa delle perdite e crisi di liquidità patite dalla banche europee che avevano prestato denaro ai colleghi americani impegnati a finanziare mutui subprime difficili da incassare. Non a caso è di oggi la notizia che il fixing dell’Euribor a tre mesi (il tasso medio a cui avvengono le transazioni finanziarie in euro tra le banche) ha toccato martedì il 4,80%, il livello massimo dal 7 maggio del 2001. La conseguenza diretta per i risparmiatori e investitori sarà l’aumento del costo dei mutui a tasso variabile indicizzati a questo parametro, ma anche ritocchi al rialzo su quelli a tasso fisso. Gicoando di anticipo, Banca Intesa ha annunciato già martedì la correzione al rialzo (+0,35-0,40%) dei tassi fissi per i mutui alla clientela stipulati a partire da ottobre. Il momento di tensione è destinato a durare, secondo l’amministratore delegato di Credit Suisse Group, Brady Dougan, per almeno altri 18 mesi. Al danno si aggiunge la beffa: secondo il Crif (società che gestisce il principale sistema di informazioni creditizie operante in Italia) in Italia il mercato dei mutui sia strutturalmente solido e i tassi di insolvenza mostrino una sostanziale stabilità negli ultimi sei anni. Come dire, interpretando il pensiero delle banche: a differenza degli americani, i clienti italiani non danno problemi, ma intanto è meglio premunirci alzando il tasso dei mutui. Un po’ di fieno in cascina non fa mai male.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Banche, Casa, Economia, Finanziaria, Mondo, Mutui, Politica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...