Nobel impossibile in Italia

Il Premio Nobel, Mario Capecchi L’Italia si gode il suo Premio Nobel per la medicina. Mario Renato Capecchi è nato a Verona nel 1937 e con l’inglese Martin J. Evans e l’americano Oliver Smithies sono stati premiati per gli studi e le scoperte sulle cellule staminali embrionali, lavorando sui topi di laboratorio. “Straordinari ingegneri del Dna” li hanno definiti i membri comitato scientifico del Karolinska Institute di Stoccolma nell’assegnare loro il prestigioso riconoscimento. I loro studi hanno portato a individuare una tecnica conosciuta come «gene targeting» e definita di «immensa importanza» dal mondo scientifico che da tempo considerava professor Capecchi il candidato naturale al Nobel. Giornali e televisioni hanno fatto il pieno nel presentare l’illustre connazionale. Peccato però che il Nobel italico sia nato e cresciuto, scientificamente parlando, negli Stati Uniti: Capecchi, emigrato con la famiglia a soli 9 anni, si è diplomato in chimica e fisica all’Antioch College nel 1961 e ha maturato il Ph.D. in biofisica ad Harvard, nel 1967, con una tesi di dottorato in biologia molecolare, con il premio Nobel James D. Watson. Ma che di più: Capecchi in Italia non avrebbe mai potuto lavorare e portare avanti la sua ricerca. Ed è un rimpianto che il Nobel non ha taciuto dal palco di Stoccolma: “Non avrei messo a frutto i miei studi in Italia, dove la ricerca sulle staminali embrionali è vietata, ma in un futuro non lontano anche l’Italia sarà costretta a cambiare politica — spiega lo scienziato — perché così vuole l’opinione pubblica. E perché anche gli individui più devoti hanno il dovere morale di battersi per curare chi già vive e soffre e non solo chi non è mai nato». Qualcuno vuole informare il Vaticano e qualche politica nostrano, sempre pronto ad allinearsi all’ombra di San Pietro? ∞

1 Commento

Archiviato in Attualità, Mondo, Salute, Sanità, Scienza

Una risposta a “Nobel impossibile in Italia

  1. Pingback: Le Nobel pagelle del Vaticano « Carta Straccia

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...