Primarie Pd e l’antipolitica

I seggi alle primarie del Pd Gli elettori di centrosinistra sono capaci di stupire sempre per passione e impegno. Nessuno, nemmeno i più ottimisti, potevano prevedere un’affluenza così alta alle primarie di un partito nascente, 3,4 milioni persone e il nuovo segretario Walter Veltroni eletto con oltre il 75 per cento dei voti. Una partecipazione che sorprende, a tal punto da far urlare il centrodestra: “Dato gonifato”. Lasciamo perdere le boutade della pseudopolitica. Personalmente ero e rimango critico circa la scelta del momento in cui è stato deciso di far nascere il nuovo partito. L’agonia dell’attuale maggioranza di governo e lo scontento generale non facilitano la mobilitazione, che eppure c’è stata. Una caduta (probabile) del governo dopo l’approvazione della finanziaria rischia di trascinarsi dietro il cucciolo più bello del centrosinistra, il partito democratico. Nei commenti post-primarie è ritornato più volte il riferimetno all’antipolitica, da Prodi in giù. L’antipolitica esiste perché la politica non offre da tempo risposte e modeli di riferimento. E questa è la sfida che attende anche il partito democratico. La nuova formazione, se vuole dare un segnale di discontinuità rispetto al passato, dovrà dare vita ad una nuova clase dirigente capace di segnare il corso delle politica italiana, con regole e comportamenti diversi. Altrimenti l’antipolitica sarà la risposta naturale dei cittadini scontenti. ∞

Lascia un commento

Archiviato in Attualità, Centrosinistra, Governo, Politica, Prodi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...