Cocaina, questione di naso

Cocaina, il consumo sale Hai il naso bruciato dalla cocaina? Mettiti in lista d’attesa. Per rifarti i canali di aspirazione devi aspettare cinque mesi in una clinica privata e un anno e mezzo in un ospedale pubblico. Nel secondo caso, la segnalazione alla polizia è quasi automatica. Il dato arriva dal Congresso di Federserd, la federazione degli operatori pubblici delle dipendenze, in corso a Sorrento che ha trovato il modo di farsi pubblicità con una notizia curiosa che farà il giro di tutti i media e che logicamente non si occuperanno delle altre questioni del consesso. Non mi va di giudicare di chi decide liberamente di fulminarsi cervello e vie respiratorie con la polverina magica. A preoccuparmi sono le liste di attesa degli ospedali, già lunghe per chi ha davvero problemi sanitari seri. La speranza è che a pagare il conto non siano i malati veri, già costretti a penose attese per una sanità pubblica inadeguata. ∞

1 Commento

Archiviato in Attualità, Costume, Salute, Sanità

Una risposta a “Cocaina, questione di naso

  1. furo66

    Ma sappiamo che la speranza è vana … se vai in un ospedale pubblico … paghiamo noi contribuenti😦 e le code d’attesa per i malati veri saranno ancora più lunghe …. meglio non pensarci.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...