I barbari dello sciopero su gomma

Camion in sciopero Ormai è chiaro ai tutti: vuoi far valere le tue ragioni? Blocca il traffico, manda in collasso una città, collassa un’arteria stradale, paralizza o almeno metti in pericolo il libero scambio di uomini e merci, e sarai ascoltato.  La tecnica  l’hanno già applicata  i taxisti,  controllori di volo e affini, i benzinai. Ora tocca ai camionisti. Da giorni i più grossi (i camion) impediscono ai più piccoli (le automobili e le persone) di viaggiare.

Gli effetti sono sotto gli occhi di tutti. Il motivo: il contratto, regole in grado di tracciare la “filiera” del trasporto (dal magazzino di partenza fino all’arrivo, tutti devono essere individuabili), tabellario con i costi minimi del servizio di autotrasporto, controlli  contro l’utilizzo di mano d’opera irregolare, a una disciplina del cabotaggio che eviti la concorrenza sleale. Inoltre, sgravi fiscali e riduzione del pedaggio autostradale.

Noto che la maggior parte dei “problemi” sarebbero superabili da un codice di autodisciplina, improntato alla correttezza e al senso civico.  Quanto a sgravi fiscali e ticket più bassi, non mi spiego perché nessuno spieghi loro con chiarezza che sono i camion a provocare il maggior grado di usura delle autostrade e, soprattutto, perché se l’Italia ha fatto la scelta scriteriata di scegliere la gomma alla rotaia (come altri paesi europei) deve essere ancora una volta il cittadino a pagare per perpretare un errore a cui prima o poi occorrerà mettere rimedio.

Quanto al metodo del branco scelta per l’ennesima protesta di parte trovo una sola parola: barbaro. Cosa dovremmo chiedere noi a loro per l’aria inquinata da fumo e polveri, rumore e le quotidiane code da camion? ∞

Lascia un commento

Archiviato in Ambiente, Attualità, Cronaca, Economia, Governo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...