Thyssen, la quinta croce

Rocco Marzo C‘è una nuova croce, la quinta, che va ad aggiungersi a quelle delle vittime dell’incidendio all’acciaieria ThyssenKrupp di Torino. E’ quella di Rocco Marzo, 54 anni, morto all’ospedale Le Molinette. Nei giorni scorsi i medici avevano tentato il trapianto, asportando la cute carbonizzata con pelle nuova. Invano. Sposato e padre di due figli, a fine mese Rocco Marzo sarebbe dovuto andare in pensione. Non ce l’ha fatta. Lo scorso 6 dicembre, Marzo stava facendo giro di controllo ma non ha fatto in tempo ad azionare la radio che teneva in tasca. Le fiamme gli bruciarono l’80% del corpo.

Restano gravissime le condizioni di altri due operai, entrambi 26enni, Giuseppe Demasi, ricoverato al Cto, e Rosario Rodinò, ricoverato al Centro grandi ustionati di Genova.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Attualità, Cronaca, Economia, Lavoro, Politica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...