Le “Business Technology” cambieranno le aziende

new-york.jpeg In un mercato sempre più globale, le aziende troveranno nel capitale umano e nelle tecnologie la chiave della loro innovazione e, in definitiva, del loro successo. La combinazione dei due fattori genera o, meglio, libera altre risorse, come quella sociale, che permette all’azienda di muoversi con nuovi strumenti nei diversi settori in cui essa si trova ad operare. In aiuto a questa nuova concezione di aziende viene lo studio condotto da McKinsey sul ruolo di propulsore dell’hi-tech nei prossimi anni per lo sviluppo dell’economia, ripreso nell’edizione odierno del Sole 24 Ore on line, con alcuni ottimi articoli di Gianni Rusconi.

La tecnologia – vogliamo chiamarla così – senza capitale umano, senza la persona, è poca cosa. La persona ha il compito di sviluppare la tecnologia, di realizzarla e di innestarla nei vari contesti sociali. Aziende comprese. Rimanendo nell’ambito economico ci accorgiamo dunque che chi, come noi, si trova a lavorare alla frontiera dell’innovazione tecnologica applicata, non può prescindere dalla capacità personale e di gruppo di trarre il meglio dalle novità per applicarle in campo aziendale. E un’azienda che si rispetti deve essere in grado creare al proprio interno quelle condizioni necessarie che permettano ai semi dell’innovazione di crescere.

In America, le maggiori imprese, con l’appoggio degli operatori economici e finanziari, hanno da tempo deciso di percorrere questa strada, così pure in Europa, seppur con qualche eccezione. Tra queste ci metto l’Italia, paese dove ancora i nuovi principi economici faticano ad innestarsi e a generare nuovi modelli. Solo qualche esempio. Da noi il consumatore è ancora visto come una preda da raggiungere e catturare, senza curarsi del feedback che questi può offrire all’aziende per la definizione di nuovi prodotti. Così come i fornitori, considerati ancora oggi dal sistema italiano, culla della gestione centralizzata,  come appendici esterne alle aziende, capaci solo di fornire a comando merci o servizi e non considerati per il supporto o il contributo innovativo. Per finire con l’informazione, necessaria alle aziende per una comunicazione globale che, grazie alle nuove tecnologie, arriva direttamente agli utenti/clienti e da essi ritorna, generando – come conclude McKinsey – nuovi business. ∞

3 commenti

Archiviato in Africa, America, Asia, Attualità, Banche, Economia, Europa, Media, Mondo, Politica, Tecnologia

3 risposte a “Le “Business Technology” cambieranno le aziende

  1. Pingback: Le “Business Technology” cambieranno le aziende

  2. Luca

    Ciao bel blog! Io ho appena aperto un blog satirico. Commento con ironia e umorismo i fatti d’attualità. I temi sono quelli tipici della satira: politica, sesso, religione e morte.
    Se puoi aiutarmi ad avere un po’ di visibilità, o a anche semplicemente si ti va di venirmi a trovare mi fa molto piacere🙂
    http://satiratrascendente.wordpress.com
    Ciao😉
    Luca

  3. UMI

    Il punto è che l’economia, sempre che vogliamo averne una, in futuro dovrà essere sempre meno globale sennò tutta la tecnologia del mondo servirà a poco … o a pochi!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...