Strage alla acciaieria ThyssenKrupp, un omicidio volontario

I funerali degli operai arsi vivi nelle acciaierie Thyssen di Torino A meno di tre mesi dalla strage, la procura di Torino chiude la prima fase dell’inchiesta sull’incendio che nella notte tra il 5 e il 6 dicembre costò la vita a sette operai della ThyssenKrupp. I magistrati contestano l’accusa di omicidio volontario all’amministratore delegato del gruppo in Italia, Harald Espenhahn, mentre per gli altri (Gerald Priegnitz e Marco Pucci, ai quali si sono aggiunti due dirigenti dello stabilimento torinese) resta in piedi il «classico» omicidio colposo.
E’ la prima volta che per morti sul lavoro ai titolari o rappresentanti delle imprese è rivolta l’accusa di aver ucciso in maniera volontaria, – come un assassino – dei propri dipendenti. Secondo il magistrati infatti, I dirigenti delle acciaierie ThyssenKrupp sapevano che gli operai del proprio stabilimento rischiavano la vita ogni volta che entravano a lavorare, eppure hanno colpevolmente evitato di adottare le necessarie misure di sicurezza antincendio. Uno di essi, addirittura, Harald Espenhahn, l’amministratore delegato del gruppo italiano, avrebbe mandato i lavoratori incontro alla morte con la piena consapevolezza che, nei reparti sguarniti della fabbrica, un incendio sarebbe potuto scoppiare da un momento all’altro.
Mi chiedo ad alta voce se questa misura – su cui si può concordare e firmata dall’immancabile procuratore Raffaele Guariniello – sarebbe stata decisa in altre condizioni, con meno riflettori puntati sul caso, che rimane di una gravità estrema. Il contrario sarebbe grave, così come sarebbe altrettanto grave se magistrati e giudici non applicassero lo stesso metro. ∞

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Attualità, Cronaca, Economia, Lavoro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...