Archivi del mese: gennaio 2008

Cuffaro, Casini da applausi

Casini e Cuffaro Totò “Vasa Vasa” Cuffaro si è dimesso dalla carica di governatore della Sicilia dopo la condanna a 5 anni per aver aggiornato dei mafiosi sullo stato di alcune indagini. “Una scelta di umiltà e lavorerò per cercare la verità”, la spiega l’interessato. Un altro disoccupato in Italia? E’ probabile che Cuffaro non dovrà faticare molto.
Dal parlamento arriva l’indiscrezione che l’Udc sarebbe pronta a ricandidare lo “spione” alle prossime elezioni politiche come capolista al Senato o alla Camera. L’ex Dc e ora leader dell’Udc Pier Ferdinando Casini giura sul futuro parlamentare, convinto che “tra qualche mese, quando Cuffaro sarà assolto da tutte le accuse, tanti sciacalli di queste ore saranno in prima fila a chiedergli scusa”. Applausi, da Trani a San Vittore sono tutti in piedi… ∞

Annunci

2 commenti

Archiviato in Attualità

Apple, le novità a metà

MacBook Air Prima della sospensione, avevo lasciato con l’annuncio di MacWorld 2008, l’appuntamento annuale in cui Steve Jobs annuncia le novità in casa Apple. L’evento è già passato e digerito ma, per onore di cronaca, lo riporto con un breve commento.
Partiamo dal commento: quest’anno Steve Jobs ha retto la scena ma non ha stupito. Ha retto la scena perché, sfilando da una busta il “notebook più sottile al mondo”, il Macbook Air, ha rilanciato la sfida Apple all’innovazione con un (presunto) record. Ma non ha sbaragliato il campo in quanto nessuno dei prodotti presentati, nemmeno il Macbook Air, si annuncia come rivoluzionario. Lo è stato lo scorso anno l’iPhone, ma non può esserlo certamente Macbook Air.
Misure estreme a parte – alto da un minimo di 0,4 centimetri a un massimo di 1,9, un chilo e trecento grammi di peso, tutto in alluminio, con lo schermo da 13.3 pollici a led, tastiera retrolluminata, webcam incorporata e il trackpad multi-touch che ha quasi le stesse funzioni di quello dell’iPhone – il Macbook ha come limiti la capacità di archivio (nemmeno 100 Gb), poche porte e un’autonomia di batteria tutta da verificare. La novità è nella scelta coraggiosa di forzare il prodotto verso il wireless: mouse, internet, eventuale tastiera, o collegamenti con altri Mac sui cui vedere, ad esempio, un dvd, che su air manca.
A Macworld 2008, Jobs ha annunciato un nuovo business, la possibilità di affittare film su iTunes: dopo la musica, apple ci prova con il video. Deludenti le migliorie per iPhone e iPod Touch, con alcune funzioni essenziali che ancora mancano, quali il copia ed incolla, il search nella ricerca di indirizzi o numeri di telefono.
E’ arrivata la nuova versione per la Apple tv con il software e hardware dovrebbero  consentire di evitare l’impiego del computer. Sono tra i dieci nel mondo che hanno acquistato questo prodotto, che mi ha deluso oltremodo: la gestione dei contenuti è rigida (se cancelli i video, foto o mp3 dal tuo pc, lo stesso succede in automatico su Apple Tv, oppure fare a meno del pc), ma soprattutto è un disastro la scelta dei contenuti che Apple propone on line per questo tentativo di web tv. E’ arrivato Office 2008 per mac, pensata e realizzata per i microprocessori Intel.
La novità vera del 2008 di Apple è Time Capsule, sistema di backup avanzato dotato di disco fisso collegato in wireless al computer, da 500 giga (299 dollari) o da 1 Terabyte (499 dollari). Grazie alla funzione di Time Machine, il programma di backup automatico Leopard (Mac Osx 10.5), tutti i contenuti si memorizzeranno su Capsule senza l’intervento dell’utente, ma soprattutto sarà possibile ricostruire la configurazione del mac ad una precisa data. Time Capsule funziona anche per base wifi. Non male.
Pretendo forse troppo da Apple? ∞

1 Commento

Archiviato in America, Apple, iTunes, Video, Web

Apple, c’è qualcosa nell’aria

Tutto pronto al Moscone Center di San Francisco

A poche ore dall’apertura di MacWorld Expo 2008, la tradizionale convention che Apple organizza ogni anno a San Francisco per presentare i suoi prodotti e quest’anno caratterizzata dallo slogan “There’s something in the air” (C’è qualcosa nell’aria, appunto), ho scovato nella rete la foto – edita da MacNN –  di uno dei cartelloni di allestimento del Moscone Center, dove ad ore è atteso il keynote di Steve Job. Secondo il cartellone, in attesa di essere coperto da teli neri, la presentazione va tutta all’IPhone e non a qualche nuovo portatile, magari supersottile o con il touch-screen.  L’appuntamento è per le 17.30 ora locale. Stiamo a vedere… ∞

2 commenti

Archiviato in America, Apple, Attualità, blog, iTunes, Mondo, Scienza, Tecnologia, telefonia, Televisione, Video, Web

Pato, i veri fenomeni sono i commentatori

Pato, esordio ispirato a San Siro Il Milan ha davvero la miglior copertura mediatica rispetto alle altre squadre italiane. Inter compresa. Non c’è partita. Per un anno ha tenuto sottotraccia il caso Ronaldo: contratto miliardario, un solo gol all’attivo e pochi scampoli di partita, ritagliati ad infortuni in serie. Fosse successo in un’altra squadra sarebbe scoppiato in finimondo.

Questo ieri, mentre oggi si coccola Pato, calciatore brasiliano di 18 anni, prelevato grazie ad oltre 20 milioni di euro, che ieri ha fatto il suo esordio – con goal a San Siro. Tutti già parlano di fenomeno. se non avesse segnato il suo voto non avrebbe raggiunto il 7, ma la palla l’ha messa dentro e anche grazie ad un bel goal. Gli elogi però si sprecano. Su tutti si distingue l’allenatore della Juve, Ranieri, che lo ha definito un “extraterrestre”. Al ragazzo auguriamo la miglior carriera possibile, ai commentatori di scendere dall’Ottovolante su cui sono saliti e mai più ridiscesi. Troppe stalle, troppe stelle. Suvvia. ∞

Lascia un commento

Archiviato in Costume, Sport

Sarkozy e Bruni, un sì in segreto

Sarkozy e Bruni in Egitto (foto Liberation) Il presidente francese Nicolas Sarkozy e Carla Bruni sarebbero già marito e moglie. Dopo la luna di miele (anticipata) in Egitto, la coppia avrebbe celebrato le nozze giovedì 10 gennaio, nel palazzo dell’Eliseo. Lo rivela l’edizione online del quotidiano regionale Est Republicain, sempre bene informato sulle cose dell’Eliseo. Lo scorso 12 ottobre, aannunciò la separazione fra il presidente francese e la moglie Cecilia, fatto effettivamente avvenuto tre giorni dopo. Ora il quotidiano ci riprova con le nozze. A quando l’annuncio di un fiocco rosa o azzurro chessia? Vogliamo davvero perderci una nuova puntata? ∞

Lascia un commento

Archiviato in Attualità, Costume, Estero, Europa, Gossip, Politica

Wired e la storia mai raccontata di IPhone

la testata di Wired

La rivista Wired si conferma davvero un punto di riferimento. Nel numero on -line di questi giorni c’è uno splendido articolo della storia mai raccontata del IPhone, del fiasco annunciato e del trionfo conquistato. Da leggere, un must. ∞

Lascia un commento

Archiviato in Apple, Costume, Giornalismo, Media, Mondo, Tecnologia, telefonia, Televisione, Video, Web

MondoMac, un’alba piena di novità

Steve Jobs Da giorni le indiscrezioni tentano di anticipare quello che oggi presenterò Steve Jobs a MondoMac, l’appuntamento della Melamorsicata a San Francisco. Un anno fa fu la volta di IPhone, che si prese tutta la scena, oggi l’attesa è carica di incertezze. Repubblica, con questo articolo, tenta di anticipare tutti, mettendoci un po’ di tutto: IPhone Umts (poteva mancare?), un portatile ultrasottile, un’Apple Tv di seconda generazione, le novità del neonato Leopard. Di parere diverso il Corriere.it che, prendendo a riferimento, i blog più seguiti, tenta l’azzardo dell’annuncio di un portatile con monitor touch screen. Il migliore contributo arrivo – c’erano dubbi? – dal mondo dei blog, come ad esempio Melablog.it. Un utile esercizio, tanto per ingannare l’attesa. Buona lettura. ∞

Lascia un commento

Archiviato in iTunes, Mondo, Scienza, Tecnologia, telefonia, Televisione, Video, Web